ISTITUZIONE

BANDI

MODULISTICA

DOCUMENTI

COMUNICAZIONE

RASSEGNA STAMPA

MEDIA

METEO

LINK UTILI

CONTATTACI

SEGNALAZIONI

COMUNICAZIONE :: NEWS

10/10/2016

AL VIA IL SERVIZIO CIVILE 2016

Al via il Servizio Civile 2016

Dopo i 7 giovani che lo scorso mese di settembre hanno iniziato il servizio civile bando 2015, presso le strutture del Consorzio di Bonifica Valle del Liri, ieri č toccato ad altri 20 giovani iniziare questa esperienza nell’ambito del bando 2016. I ragazzi sono distribuiti su due progetti, di cui uno, insieme alla XIX Comunitā Montana l’Arco degli Aurunci, dal titolo “A protezione dell’Arco”, č finalizzato alla salvaguardia delle aree boschive del territorio comunitario attraverso attivitā di prevenzione, informazione, monitoraggio e intervento in caso di incendi. Sono interessati 10 giovani che provvederanno ad accrescere il rispetto dell’ambiente nella popolazione residente, negli studenti e nei turisti, ad attuare pratiche di prevenzione degli incendi e a diffondere informazioni utili sui comportamenti da tenere in situazioni di emergenza; ma si dedicheranno anche a vigilanza, monitoraggio e controllo delle aree sensibili e alla raccolta di documenti per la memoria storica degli interventi (video-foto-relazioni-mappe-ecc.). “Rischio idraulico: monitoraggio, prevenzione, informazione” č invece il tema del secondo progetto, al quale partecipano altri 10 ragazzi, che nel corso della prima fase conosceranno la struttura operativa e amministrativa dell’Ente, le finalitā istituzionali, il territorio di competenza e le modalitā di intervento. Nella seconda fase, invece, entreranno loro stessi nella piena operativitā “per rendere migliore la qualitā della vita nei territori dei comuni di Atina, Villa Latina, Picinisco, San Biagio Saracinisco, Piedimonte San Germano, Villa Santa Lucia, Cassino, Sant’Elia Fiumerapido, Vallerotonda, Colle San Magno, Castrocielo, Aquino, Pignataro Interamna, Pontecorvo e San Giorgio a Liri”. Attraverso il progetto l’ente intende raggiungere tre obiettivi principali: Riduzione del rischio idraulico (pulizia e controllo sezioni idrauliche, delle portate e gestione delle emergenze), limitazione degli illeciti in prossimitā dei canali (controllo degli sversamenti abusivi e dei rifiuti spondali) ed educazione alla tutela del territorio (campagna di sensibilizzazione ambientale).

INDIETRO